Questo articolo è stato letto 3 volte

Alluvione Sardegna, assurda la scadenza del 27 dicembre

alluvione-sardegna-assurda-la-scadenza-del-27-dicembre.jpg

La scelta del 27 Dicembre appare assurda, considerato che in questi giorni é trascorso appena un mese da una calamità che ha duramente colpito il nostro popolo. Lo é ancora di più se consideriamo che il Governo ancora deve assolvere al proprio compito e mantenere gli impegni assunti all’indomani dell’alluvione”.

Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, intervenendo riguardo all’adozione del decreto da parte del ministro dell’Economia e delle Finanze.

“Il Governo – prosegue Cappellacci – riveda subito il termine per il pagamento dei tributi da parte dei cittadini dei Comuni alluvionati. La scelta del 27 Dicembre appare assurda, considerato che in questi giorni é trascorso appena un mese da una calamità che ha duramente colpito il nostro popolo. Lo é ancora di più – osserva il presidente -, se consideriamo che il Governo ancora deve assolvere al proprio compito e mantenere gli impegni assunti all’indomani dell’alluvione. Prima di sollecitare i cittadini – ha concluso il presidente – sarebbe il caso che l’Esecutivo nazionale svolgesse il proprio dovere”.

Fonte: Regione Sardegna

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>