Questo articolo è stato letto 0 volte

Basilicata: sportello unico per attività estrattive

basilicata-sportello-unico-per-attivit-estrattive.jpg

Un referente unico, un punto di contatto fra imprese, cittadini e pubblica amministrazione: è lo Sportello unico regionale per le attività estrattive, istituito presso il Dipartimento Ambiente, Territorio e Politiche della sostenibilità. Lo Sportello è stato presentato dall’assessore Vincenzo Santochirico, nel corso della riunione di insediamento del Tavolo permanente delle attività estrattive, alla quale hanno partecipato i rappresentanti della Confindustria e dell’Api di Basilicata.

Lo Sportello, già attivo presso l’Ufficio geologico ed attività estrattive, consente di snellire le procedure, fornendo risposte tempestive, prestando assistenza alle imprese del settore e aumentando l’efficienza delle strutture amministrative. Fornisce servizi relativi agli adempimenti relativi alla utilizzazione di cave e torbiere, agli inerti degli alvei dei corsi d’acqua, alla ricerca e utilizzazione delle acque minerali e termali, fornisce informazioni sulla legislazione regionale, nazionale e comunitaria in materia ambientale, nonché informazioni per la richiesta di autorizzazioni, concessioni e valutazioni di impatto ambientale.

“L’istituzione dello Sportello unico per le attività estrattive – ha dichiarato l’assessore Santochirico – è finalizzato a coniugare economia e tutela del territorio, permettendo di conciliare sviluppo economico e tutela dell’ambiente, fornendo, ai cittadini agli enti e alle aziende, ogni informazione utile ad assolvere correttamente agli adempimenti in campo ambientale. Con l’archivio informatico e l’accesso telematico, che sono in via di implementazione, l’intera organizzazione del lavoro potrà risentirne in termini positivi. Il percorso intrapreso rientra in un programma più ampio di semplificazione amministrativa, per cui cittadini, imprenditori, professionisti, potranno avere un unico interlocutore per la presentazione di un’unica domanda e, dallo stesso, ricevere un’unica risposta: attraverso un unico provvedimento amministrativo anziché con i diversi atti previsti dalla normativa vigente. Quindi, l’obiettivo al quale stiamo lavorando è quello di rendere la pubblica amministrazione più efficiente, più trasparente e capace di rispondere ai cittadini intempi certi e molto più brevi di quelli attuali. Queste finalità, tuttavia, non dovranno in alcun modo comportare deroghe all’esigenza di tutelare e salvaguardare l’ambiente e il territorio”.

Il Tavolo permanente di concertazione delle attività estrattive, appena insediatosi, ha il compito consultivo di esprimere pareri in relazione alle situazioni idrogeologiche ed idrauliche dei fiumi della Basilicata, sull’assistenza, la formazione e l’aggiornamento professionale degli addetti del settore e sulla programmazione di campagne divulgative. Apprezzamenti sono stati espressi dai componenti del Tavolo – Claudio Rabesco, Giuseppe Stigliano, Gerardo De Stefano e Antonello Ribba – che hanno valutato favorevolmente le novità presentate dall’assessore Santochirico, ritenendole utili, oltre che alla qualità del servizio, a sviluppare un approccio integrato fra pubblica amministrazione ed utenza.

Fonte: www.basilicatanet.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico