Questo articolo è stato letto 0 volte

Campania: Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

campania-fondo-europeo-di-sviluppo-regionale.jpg

 Il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha incontrato oggi a palazzo Santa Lucia gli amministratori della provincia di Benevento. Al centro dell’incontro, i progetti presentati dagli enti pubblici sanniti, selezionati e finanziati dalla Giunta attraverso il Parco Progetti regionale.

Erano presenti il presidente della provincia di Benevento Aniello Cimitile, il sindaco della città Fausto Pepe con gli assessori Castiello, Miceli, Palumbo e Scarinzi, i sindaci dei comuni di Dugenta Ada Renzi, di San Nicola Manfredi Angelo Parrella, di Arpaise Enrico Rossi, di Torrecuso Francesco de Nigris, di San Giorgio del Sannio Giorgio Nardone, di Melizzano Giovanni Bozzi, di Paduli Giovanni Di Gennaro, di Amorosi Luigi Della Morte e di Apice Raffaele Giardiello.

Dei 357 progetti finanziati dalla giunta regionale con uno stanziamento di un miliardo di euro a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), 85 riguardano la città e la provincia di Benevento, con uno stanziamento totale di 206 milioni di euro (22% dello stanziamento complessivo deliberato). Di questi progetti, ben 58 – per un totale di 130 milioni di euro – potranno andare a gara entro i prossimi 60 giorni.

Nel dettaglio, gli interventi riguardano i seguenti settori:

Energia. Vengono realizzati 16 interventi strategici, sia dal punto di vista della produzione energetica tramite fonti rinnovabili, sia dei servizi offerti al cittadino. Tra gli altri, per Benevento città vengono stanziati 3 milioni di euro per l’adeguamento e il potenziamento della pubblica illuminazione, mentre altri 20 milioni saranno spesi per 4 progetti sulle rinnovabili. Nello specifico, si tratta di tre centrali di importo medio pari a 5 milioni di euro per la produzione di energia fotovoltaica a Ginestra degli Schiavoni, Pago Veiano, Fragneto l’Abate, mentre a San Bartolomeo in Galdo sarà installata una centrale idroelettrica;

Ambiente. Sono 27. Di questi 9 riguardano il rafforzamento del ciclo integrato delle acque e 9 la messa in sicurezza di territori esposti a rischi naturali. Tra gli altri, il consolidamento e la sistemazione dei versanti del bacino della diga sul fiume Tammaro, il risanamento di aree a forte dissesto idrogeologico sulla strada provinciale Cerreto Sannita – Cusano – Mutri nel comune di Cerreto Sannita;

Sicurezza. Sono previsti 7 interventi per la messa in sicurezza di importanti edifici del patrimonio pubblico regionale, tra cui il completamento funzionale e la valorizzazione di edifici monumentali di proprietà comunale nel centro storico di Apice, il completamento del Palazzo Ducale e dell’annessa Rocca nel Comune di Circello, con un investimento medio che supera i 4,7 milioni di euro per intervento;

Infrastrutture industriali. Nel campo del rafforzamento delle infrastrutture industriali ed economiche sono 9 i progetti che saranno realizzati, tra cui l’infrastrutturazione area PIP in località Cantalupi a Dugenta, la realizzazione dell’incubatore d’impresa a Benevento.

"Col Parco progetti abbiamo varato – ha detto il presidente Bassolino – interventi di portata strutturale. Non si tratta di marciapiedi e fontanelle, che certo per i Comuni sono importanti ma vanno finanziati con fondi ordinari, si tratta invece di progetti che cambieranno il volto della provincia di Benevento in settori rilevanti come l’energia, l’ambiente, le infrastrutture industriali. Per molti progetti i cantieri apriranno già nelle prossime settimane, un risultato possibile grazie ad una stretta ed efficiente collaborazione tra Regione ed enti locali beneventani".

"Il nostro comune ha ottenuto circa 100 milioni di euro tra i vari finanziamenti, somma che rappresenta una opportunità straordinaria per realizzare opere strategiche per lo sviluppo del territorio". "Grazie a queste risorse – ha sottolineato il presidente della Provincia Cimitile – potremo realizzare le infrastrutture immateriali sulle quali il Sannio punta in modo deciso. L’obiettivo è coniugare quantità e qualità dei progetti per rendere dinamica e competitiva l’intera provincia".

Fonte: www.regione.campania.it

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico