Questo articolo è stato letto 0 volte

Catasto, più dati e meno burocrazia a Bolzano

catasto-pi-dati-e-meno-burocrazia-a-bolzano.gif

L’Agenzia del territorio è una delle quattro Agenzie fiscali italiane (le altre sono Dogane, Entrate e Demanio) che svolgono le attività tecnico-operative prima di competenza del Ministero delle finanze. L’Agenzia del territorio si occupa dei servizi del catasto, geotopocartografici e della conservazione dei registri immobiliari.

La direttrice generale dell’Agenzia, Giovanna Alemanno, è giunta a Bolzano per sottoscrivere con la Provincia la convenzione che formalizza lo scambio dei dati e delle informazioni sui programmi di gestione del catasto. “Da anni – ricorda l’assessore Hans Berger – rilasciamo anche le visure catastali delle altre Province e a loro volta gli uffici dell’Agenzia del Territorio rilasciano le nostre, una collaborazione tutta a vantaggio del cittadino.”

L’accorso siglato a Bolzano rafforza questo scambio nell’interesse reciproco: “Lo scambio di dati è importante per l’Agenzia del Territorio, cui spesso servono i nostri dati per scopi diversi, dalla gestione dell’osservatorio immobiliare alle statistiche o all’esecuzione di stime”, spiega l’assessore Berger. Per la Provincia invece è importante conoscere i programmi di gestione: “Aver in anticipo informazioni sufficientemente dettagliate sulle procedure e i software in elaborazione, ci permette di essere pronti ad affrontare novità normative.”

Le parti collaborano già in altri progetti di semplificazione amministrativa: “Stiamo lavorando per estendere il modello Unico al sistema del catasto e tavolare in Alto Adige –conferma Berger – che dovrebbe permettere anche in Alto Adige di fare contemporaneamente con un’unica domanda telematica la domanda tavolare e la voltura catastale assieme alla registrazione ed al pagamento delle imposte sui trasferimenti.” Il progetto è già avviato ed i contatti con l’Agenzia del Territorio e l’Agenzia delle Entrate sono già in corso: “Confidiamo di raggiungere i primi risultati concreti ancora nel corso di quest’anno.”

Un altro intervento prospettato nell’incontro riguarda le volture per le successioni, che in alcune Regioni vengono già desunte automaticamente dalle denunce di successione: “Sarebbe opportuno estendere questa procedura anche all’Alto Adige”, osserva l’assessore Berger.

Infine la Provincia ha chiesto alla direttrice generale Alemanno il sostegno dell’Agenzia del territorio per l’approvazione del progetto di legge che ripristina, dopo le ultime sentenze di Cassazione, l’esenzione ICI per i fabbricati rurali.

Fonte: www.provincia.bz.it

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>