Questo articolo è stato letto 10 volte

Demanio, Bari: permuta beni tra Stato e Comune, nel nome della cultura

demanio-bari-permuta-beni-tra-stato-e-comune-nel-nome-della-cultura.jpg

È stato firmato nella giornata di ieri a Bari il protocollo di intesa tra Stato e Comune per la permuta di immobili statali e comunali. L’accordo definisce i confini disciplinari relativi al trasferimento dallo Stato al Comune del Teatro Margherita e del Mercato del Pesce. Tali edifici si trasformeranno nel Centro per le Arti Contemporanee della città.

Nell’accordo di permuta l’amministrazione comunale si impegna a cedere il compendio della Cittadella della Cultura, tre capannoni e un piccolo fabbricato, attualmente in uso al Ministero dei Beni Culturali. L’accordo è stato firmato dal Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, dal Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini e dal sindaco di Bari Antonio Decaro. Reggi ha consegnato al sindaco di Bari la pergamena per il trasferimento di 17 beni demaniali.

Consulta la nostra pagina speciale sui Beni demaniali.

“Vorrei testimoniare il punto di vista dello Stato – ha spiegato Reggi – che oggi cede questi due preziosi immobili al Comune a fronte di un progetto di valorizzazione per il quale esistono le risorse. In questa operazione di permuta lo Stato riceve in cambio del Margherita e del Mercato del Pesce il complesso della Cittadella della Cultura con alcuni capannoni per trasferirvi, nel tempo, tutte le sue funzioni, riducendo così le spese per le locazioni passive”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>