Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia residenziale, tempi certi e procedure più snelle

edilizia-residenziale-tempi-certi-e-procedure-pi-snelle.gif

“Come amministratori abbiamo il dovere di approntare e sfruttare nuovi strumenti per le politiche abitative e dovremo essere in grado di sollecitare l’intervento di capitali privati per la realizzazione di case a prezzi calmierati”.

E’ quanto ha dichiarato a Potenza, l’assessore alle infrastrutture e opere pubbliche della Regione Basilicata, Rosa Gentile, nel corso di un convegno organizzo dall’Anci sul sistema integrato di Fondi immobiliari per l’edilizia privata sociale.

“È urgente – ha detto ancora Gentile – sviluppare soluzioni innovative che prevedano un livello differenziato di intervento pubblico, inversamente proporzionale alla destinazione sociale degli interventi e alla possibile redditività degli stessi.

Accanto all’edilizia residenziale pubblica, totalmente sovvenzionata con risorse pubbliche, – ha osservato Gentile – deve poter essere sviluppato, in collaborazione con i privati, un sistema di offerta di edilizia privata sociale destinato ai nuclei familiari che non hanno diritto all’edilizia residenziale pubblica.

Il principale strumento previsto dal piano casa nazionale per questa fascia di domanda – ha aggiunto Gentile – è costituito dai fondi immobiliari etici.

Le azioni che le Regioni stanno realizzando e che possono svolgere in questo ambito – ha detto ancora Gentile – vanno dalla formazione di un contesto normativo, all’approntamento di appositi strumenti e allo sviluppo di iniziative mirate che favoriscano la realizzazione di progetti di edilizia privata sociale in sede locale.

Sotto il profilo della normativa di settore- ha spiegato l’assessore Gentile- da diversi anni le legislazioni regionali stanno facendo tantissimo, sia per ampliare il campo di azione delle politiche della casa alla nuova domanda abitativa, sia per coordinare le politiche della casa con le più generali politiche urbanistiche per la riqualificazione urbana.

Per questi motivi – ha detto Gentile – è necessario diffondere misure che attualmente sono state assunte in alcune Regioni tra le quali:
– programmazione di un’offerta articolata, capace di intercettare diversi segmenti di domanda; politiche per il reperimento di aree e fabbricati da destinare all’edilizia privata sociale e all’edilizia residenziale pubblica a prezzi contenuti;
– interventi di riqualificazione urbana che prevedano mix di residenza libera, convenzionata in vendita ed in affitto.

Un aspetto importante – ha detto ancora l’assessore alle infrastrutture e opere pubbliche della Regione Basilicata, Rosa Gentile, riguarda la semplificazione delle procedure, l’efficienza degli enti locali, e la flessibilità dei piani urbanistici.

Per facilitare gli investimenti e l’attuazione degli interventi, la misura sicuramente più incentivante per gli operatori – ha osservato infine Gentile – consiste senza dubbio nel garantire certezze sui tempi di approvazione dei progetti e procedure più snelle”.

 Fonte: www.basilicatanet.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>