Questo articolo è stato letto 0 volte

Edilizia scolastica: 100 milioni per Province e Città metropolitane

edilizia-scolastica-100-milioni-per-province-e-citt-metropolitane.jpg

Edilizia scolastica, affiorano 100 milioni di euro fuori dal patto di stabilità per interventi di tutela delle scuole gestiti da Province e Città metropolitane. La Corte dei Conti ha infatti dato il suo ok al dpcm 1984/2015 che, come previsto dalla Legge di Stabilità per il 2015, contribuisce a sbloccare 50 milioni per il 2015 e 50 per il 2016: tali risorse saranno destinate agli interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici.

Le Province e le Città metropolitane beneficiarie hanno ora l’obbligo di comunicare alla Struttura di Missione il monitoraggio dello stato di avanzamento dei lavori.

Va detto, in ulteriore istanza, che la possibilità di sforare il patto di stabilità per effettuare interventi sugli edifici scolastici è stata prevista anche dal Decreto Enti Locali (decreto legge 78/2015 convertito nella Legge 125/2015).

Leggi anche l’articolo La Buona Scuola è legge: tutte le novità per l’edilizia scolastica.

2 le modalità concesse alle Regioni per allentare il Patto di Stabilità di Province, Città Metropolitane e Comuni:
– il Patto Orizzontale, in base al quale la Regione riassegna gli spazi finanziari in esubero ceduti dagli Enti Locali, ad altri Enti Locali che invece necessitano di maggiori spazi di spesa;
– il Patto Verticale con cui la Regione destina gli spazi finanziari assegnati da parte del Governo agli Enti Locali del proprio territorio.

Per ulteriori informazioni consulta la nostra Pagina speciale dedicata all’edilizia scolastica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>