Questo articolo è stato letto 154 volte

Efficienza energetica, 522 milioni a disposizione dei Comuni

ANCI: “Dalle scelte fatte dai Comuni passa la qualità della vita delle nostre comunità”

Importante distribuzione di finanziamenti dal Ministero dell’Interno, che ha assegnato più di 522 milioni di euro ai Comuni per piani legati all’efficienza energetica e per lo sviluppo territoriale sostenibile. La Legge di Bilancio 2020 ha stanziato 2.5 miliardi di euro per 5 anni, prorogando la c.d. “Norma Fraccaro”. Il d.m. 14 gennaio 2020 assegna, per il 2020, 497.220.000,00 euro ai Comuni che hanno da 5mila a più di 250mila abitanti, con scaglioni proporzionali stabiliti in funzione della popolazione residente.

Le tipologie di intervento

I finanziamenti sono destinati alle seguenti tipologie di intervento:
– interventi di illuminazione pubblica;
– risparmio energetico degli edifici pubblici;
– installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili;
– mobilità sostenibile;
– adeguamento e messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici;
– abbattimento di barriere architettoniche.

Le fasce di finanziamento

50.000 euro ai Comuni con una popolazione fino a 5.000 abitanti
– 70.000 per la fascia tra 5.000 e 10.000 abitanti
– 90.000 tra 10.000 e 20.000 abitanti
– 130.000 tra 20.000 e 50.000 abitanti
– 170.000 tra 50.000 e 100.000 abitanti
– 210.000 tra 100.000 e 250.000 abitanti
– 250.000 per i Comuni con più di 250.000 abitanti

Il Comune beneficiarlo è tenuto a iniziare i lavori per la realizzazione delle opere entro il 15 settembre 2020. In caso di mancato rispetto del termine, il Ministero revoca il finanziamento erogato.

Sviluppo territoriale: finanziamenti anche ai Piccoli Comuni

Contestualmente, è stato assegnato un fondo di 22,5 milioni di euro – previsto dal Decreto Crescita – destinato ai 1.940 Comuni italiani con popolazione inferiore ai mille abitanti. Il contributo è di 11.597,20 euro per ciascun ente. In caso di mancato rispetto del termine, l’assegnazione viene revocata. “Si tratta di risorse importanti per gli Enti locali, da utilizzare per investimenti, in tempi rapidi, con un’azione che fa bene al territorio, che mette in moto economie locali molto significative”, afferma Marco Bussone, presidente Nazionale UNCEM (Unione dei Comuni e degli Enti Montani).
I finanziamenti sono destinati a:
– potenziamento di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale;
– abbattimento di barriere architettoniche.

Il Comune beneficiarlo è tenuto a iniziare i lavori per la realizzazione delle opere entro il 15 maggio 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>