Questo articolo è stato letto 0 volte

Energie rinnovabili in Emilia Romagna

energie-rinnovabili-in-emilia-romagna.gif

Sedici pale, 4 km di sviluppo complessivo per una potenza complessiva di quasi 13 Megawatt. Ed energia pulita per 25mila persone.

Il presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti e l’assessore provinciale all’Ambiente Emanuele Burgin hanno inaugurato nei giorni scorsi l’impianto alla presenza del presidente della società AGSM Verona (che ha realizzato l’opera) Gian Paolo Sardos Albertini, del sindaco di Monterenzio Giuseppe Venturi e del sindaco di Castel del Rio Salvatore Cavini.

“C’è grande soddisfazione per questo risultato. – ha sottolineato il presidente della Provincia Beatrice Draghetti – Tra le scelte forti del mandato c’era quella di un uso responsabile ed equilibrato del territorio e delle risorse.

Con questa realizzazione abbiamo dato un piccolo contributo alle grandi scelte mondiali di sviluppo delle energie rinnovabili. Puntando sull’eolico – ha proseguito la Draghetti – ma anche su impianti fotovoltaici e centrali a biomasse, e ponendo un’attenzione particolare agli stili di vita dei cittadini con i progetti Microkyoto (con Comuni e imprese) e una diffusa attività di sensibilizzazione nelle scuole”.

“Il nuovo impianto – ha dichiarato Burgin – consente a tutti di toccare con mano come gli impatti sull’ambiente siano infinitamente minori dei benefici. E quindi dopo questo speriamo di poterne autorizzare ancora molti altri.”

Nello specifico, la distanza tra ogni aerogeneratore è di circa 200 metri: dodici di essi sono stati posizionati lungo il crinale principale, mentre gli altri quattro sul crinale minore che scende verso la Valle dell’Idice. Per ogni pala l’altezza della torre è di 60 metri mentre il diametro del rotore è di 53 metri.

La produzione di energia elettrica dell’impianto di Casoni di Romagna (25 milioni di kilowattora di energia rinnovabile) sarà sufficiente a soddisfare il 50% circa dei fabbisogni annuali di tutte le abitazioni delle due Comunità Montane in cui si trovano i Comuni di Monterenzio e Castel del Rio.

La Giunta provinciale aveva dato nel marzo 2007 il suo parere positivo alla Valutazione di impatto ambientale del progetto presentato nell’ottobre 2005 dalla società AGSM di Verona, per la sue coerenza con la pianificazione energetica regionale e provinciale e con la pianificazione territoriale (PTCP).

Nei primi giorni di aprile la Provincia di Bologna ha poi firmato un protocollo di intesa con quella di Pistoia per la costruzione di un altro Parco da 30 MW tra i comuni di Cutigliano e di S.Marcello.

A Casoni di Romagna il Parco eolico più potente del Nord
Inaugurato nei giorni scorsi alla presenza del presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti e dell’assessore provinciale all’Ambiente Emanuele Burgin. Con le sue 16 pale, la struttura collocata nei comuni di Monterenzio e Castel del Rio si sviluppa su 4 km e produrrà 25 milioni di kilowattora all’anno.

Fonte: www.regione.emilia-romagna.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>