Questo articolo è stato letto 0 volte

Fondi per ecocentri e strade in Sardegna

fondi-per-ecocentri-e-strade-in-sardegna.gif

Raccolta differenziata: fondi per gli ecocentri comunali
L’Assessorato della Difesa dell’Ambiente ha pubblicato un avviso per la selezione delle proposte di finanziamento di centri di raccolta comunali (ecocentri) a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani e delle proposte di adeguamento di quelli esistenti.

Obiettivo dell’avviso è dotare i Comuni, che hanno attivato sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti, dei centri di raccolta comunali (ecocentri). Tali strutture sono aree attrezzate al ricevimento di rifiuti urbani o loro frazioni che non prevedono l’installazione di strutture tecnologiche o processi di trattamento; essi hanno la funzione di integrare i servizi di igiene urbana e sono punti di raccolta polivalenti a disposizione di tutte le utenze, anche non domestiche, presenti nel territorio comunale.

L’intervento è, inoltre, finalizzato all’adeguamento dei centri comunali di raccolta già esistenti alla normativa ministeriale in materia.

Possono partecipare i Comuni della Sardegna, i quali dovranno far pervenire le domande di finanziamento all’Assessorato della Difesa dell’Ambiente – Servizio tutela dell’atmosfera e del territorio, Via Roma 80 – 09123 Cagliari

Le risorse destinate all’attuazione degli interventi sono pari a:
– 23.142.840,02 euro del PorFesr Sardegna 2007- 2013 Obiettivo specifico 4.1, per quanto concerne la realizzazione di centri di raccolta in Comuni tuttora privi di tali strutture;
– 1.303.685,70 euro del Fondo per interventi di tipo ambientale, annualità 2007/R, per quanto concerne l’adeguamento dei centri di raccolta esistenti.

Avviso e documenti
*****

Nuova Sassari-Olbia, firmata bozza convenzione
Il Presidente Soru ha espresso alla Struttura di missione per il G8 il nulla osta ufficiale della Regione sulla suddivisione in 8 lotti del progetto della nuova “Sassari – Olbia”, del costo di 470 milioni di euro a totale finanziamento della Regione, che la stessa Struttura si appresta ad appaltare.

La ripartizione in lotti delle opera era stata concordata nelle riunioni preparatorie tra Regione, Dipartimento per la protezione civile e la stessa Struttura di Missione. Un ulteriore lotto, riferito al raddoppio a 4 corsie della SS 199 nell’ingresso ad Olbia unitamente al nuovo svincolo per l’Aeroporto, finanziato dalla Regione per ulteriori 26 milioni di euro, verrà anch’esso appaltato a breve.

Ne dà notizia l’Assessore regionale dei Lavori pubblici, Carlo Mannoni, aggiungendo di aver firmato in data odierna il benestare della stessa Regione sulla bozza di convenzione, che regola il rapporto di cooperazione tra Regione, ANAS e Struttura di Missione per il G8, per la realizzazione della nuova arteria con caratteristiche a 4 corsie.

Al fine di accelerare le procedure d’appalto lo stesso Assessore aveva inviato nei giorni scorsi ai Sindaci dei comuni di Ardara, Berchidda, Monti, Loiri Porto San Paolo, Olbia, Oschiri e Plaghe i piani particellari di esproprio delle aree interessate dalla nuova arteria, invitando le amministrazioni comunali a fornire ai progettisti, entro 10 giorni, l’aggiornamento degli intestatari dei terreni.

L’Assessore Mannoni si ritiene convinto che le imprese edili sarde potranno sfruttare al meglio l’importante opportunità che i 9 appalti di prossima pubblicazione loro riservano. Mannoni ricorda come le stesse imprese siano presenti negli altrettanto grandi appalti in corso del 2° e 3° lotto della Sassari – Alghero e della nuova SS 195 Cagliari – Pula e possano esserlo, sempre in modo autorevole, sia nell’appalto della nuova SS 128, variante Senorbì – Suelli appena pubblicato (costo 21 milioni di euro), come in quello della nuova “Olbia – Arzachena, collegamento Olbia – S. Giovanni”, del costo di 62 milioni di euro, ed anch’esso affidato per l’appalto alla Struttura di missione per il G8.

Fonte: www.regione.sardegna.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico