Questo articolo è stato letto 1 volte

Edilizia Urbanistica

Gestione e tutela del territorio in Toscana

gestione-e-tutela-delterritorio-in-toscana.gif

Via libera al finanziamento regionale delle prime azioni concrete per la realizzazione del Parco della Piana.
Il sindaco di Sesto Fiorentino, Gianni Gianassi, e l’assessore al territorio della Regione Toscana, Riccardo Conti, hanno sottoscritto il protocollo che stanzia risorse pari a 3.000.000 di euro per finanziare completamente le prime due opere del parco: la pista ciclabile che collegherà il Polo scientifico universitario di Sesto Fiorentino con Villa Montalvo, a Campi Bisenzio, e il recupero di un immobile che diventerà luogo di aggregazione delle associazioni e centro di documentazione del parco.

“[…] Quest’area di oltre tremila ettari– ha detto l’assessore Conti – , destinata a ospitare e armonizzare entro un grande parco agricolo, rurale, ambientale anche nuovi servizi, nuove infrastrutture e nuovi impianti, richiede un attento e lungimirante governo integrato del territorio tra le amministrazioni interessate, ma anche tra i cittadini che con quelle amministrazioni devono e possono interagire stabilmente”.

“Finalmente un passo concreto verso la realizzazione e il finanziamento di un’opera importantissima prevista nel programma del presidente Martini – ha commentato il sindaco Gianassi – con il protocollo firmato oggi comincia a prendere forma quel ‘vuoto’ collocato tra Firenze e Prato che è decisivo per il nostro sviluppo.

Il Bosco della Piana, le dune lungo l’autostrada e il sistema dei laghi, insieme alla nuova pista ciclabile e al nuovo centro visite costituiranno l’ossatura di un grande progetto ambientale”. Il Parco della Piana sarà il primo parco metropolitano della Toscana e verrà creato attraverso un processo partecipativo già avviato che chiama in causa quattro comuni (Firenze, Prato, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio) e due province (Firenze e Prato).

Fonte: www.regione.toscana.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>