Questo articolo è stato letto 5 volte

Legge di Stabilità 2016: cosa cambia per i piccoli Comuni?

legge-di-stabilit-2016-cosa-cambia-per-i-piccoli-comuni.jpg

Probabile estensione della soglia dei 40mila euro anche per i Comuni con meno di 10mila abitanti: è una delle novità prevista nelle bozze (apparse in questi giorni) della Legge di Stabilità in relazione all’esenzione dall’obbligo di ricorrere alle Centrali uniche di committenza per gli acquisti.

“L’ANCI, per scongiurare il rischio di ulteriori penalizzazioni e aumenti di costi dovuti al quadro normativo eccessivamente complesso che, in particolare nei piccoli Comuni, rischia di ingessare il sistema di acquisizione, aveva sostenuto con forza già nel Decreto Enti Locali l’emendamento di esenzione dall’obbligo di ricorrere alla Cuc fino ad un valore di 40mila euro, per tutti i Comuni, anche quelli inferiori a 10mila abitanti, per gli acquisti di beni, servizi e lavori”, ricordano in una nota Massimo Castelli e Dimitri Tasso, rispettivamente coordinatori nazionali ANCI per i piccoli Comuni e per le Gestioni associate.

I due esponenti dell’ANCI ritengono necessaria “una conferma definitiva anche nei testi ufficiali della Legge di Stabilità di questa positiva novità che interessa ben 6814 comuni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>