Questo articolo è stato letto 0 volte

Liguria: al via bandi per recupero facciate dipinte e ricettività diffusa

liguria-al-via-bandi-per-recupero-facciate-dipinte-e-ricettivit-diffusa.gif

Entrano nella fase operativa il “Progetto Colore” e la legge sugli Itinerari dei gusti e dei Profumi relativa alla ricettività diffusa. Sono stati infatti approvati oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alle Politiche abitative, Maria Bianca Berruti, i primi due bandi dedicati al recupero delle facciate dipinte e del patrimonio edilizio nei centri storici degli spazi rurali, per un investimento complessivo per il 2008 pari a 3 milioni e 150mila euro.

“Con questo primo bando sul “Progetto Colore” – spiega l’assessore Berruti – la Giunta vuole favorire il recupero dei colori di un tempo delle facciate degli edifici, attraverso uno stanziamento di 1,5 milioni di euro per il 2008 che consentirà ai Comuni liguri di predisporre appositi “Programmi colore” per conservare gli aspetti cromatici degli antichi borghi”. Ogni Comune ligure potrà quindi presentare un “programma colore” riguardante un ambito urbano particolarmente significativo, vie, piazze o edifici appartenenti ad un determinato stile architettonico.

“L’obiettivo – spiega l’assessore Berruti – è quello di riprodurre i colori caratteristici di ogni borgo perché perderli significherebbe gettare via un pezzo di storia, rivitalizzando così interi centri storici”.

Questo bando è riservato ai Comuni che si sono già dotati di “Progetti Colore”. I soggetti beneficiari del cofinanziamento regionale potranno essere Enti pubblici o soggetti privati, proprietari di unità immobiliari di qualunque destinazione d’uso a condizione che il loro nucleo famigliare abbia un valore dell’ISEE (indicatore di situazione economica equivalente) non superiore a 24.500 euro. Il contributo massimo concedibile per ogni programma sarà di 250.000 euro, pari al 40% della spesa per quanto riguarda il recupero di edifici di proprietà pubblica, e pari al 35% per il recupero di edifici di proprietà privata. “Oltre alle risorse stanziate dalla Regione Liguria con il bando – continua Berruti – il programma colore avrà il compito di ricercare altre fonti di finanziamento tra risorse comunali e private”.

La scadenza del bando per la consegna dei programmi è prevista il 30 aprile 2008.

Inoltre la Giunta sempre oggi ha stanziato ulteriori 1 milione e 650mila euro per dare attuazione alla legge sugli “Itinerari dei Gusti e dei Profumi” che prevede programmi destinati alla realizzazione di una ricettività diffusa, attraverso il recupero e la valorizzazione del patrimonio edilizio nei borghi dell’entroterra ligure.

“I programmi che dovranno essere predisposti – spiega l’assessore regionale Berruti – dovranno da un lato ricercare immobili convertibili ad uso di ricettività diffusa di proprietà pubblica o privata e dall’altro valutare le potenzialità di valorizzazione turistica dei territori interessati”. I programmi integrati prevedono la partecipazione di un soggetto capofila, un Comune, un Sistema turistico locale o una Comunità Montana, che svolge un ruolo di coordinamento ed è responsabile della presentazione del programma stesso. Il recupero delle singole unità abitative per la realizzazione di nuovi posti letto avranno un contributo massimo pari al 35%, nell’ambito di un importo massimo complessivo di contributi per ciascun programma pari a 375.000 euro. I programmi dovranno essere presentati dai Comuni alla Regione entro il 9 maggio 2008.

fonte: www.regione.liguria.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico