Questo articolo è stato letto 0 volte

Lombardia: servizi abitativi a canone convenzionato

lombardia-servizi-abitativi-a-canone-convenzionato.gif

Con decreto drigenziale n. 2733 del 18 marzo 2008 la Direzione Generale Casa e Opere Pubbliche ha approvato l’avviso di ricognizione delle proposte per la realizzazione di interventi destinati a Servizi Abitativi a Canone Convenzionato

Finalità:

I Servizi Abitativi a Canone Convenzionato (SAAC) fanno parte del sistema regionale di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) e sono finalizzati ad aumentare l’offerta di alloggi e posti letto in affitto.

Caratteristiche

a) destinatari: cittadini che non sono in grado di sostenere i canoni di libero mercato, ovvero che hanno esigenze abitative di tipo temporaneo collegate a particolari condizioni di lavoro o di studio;

b) canoni: inferiori a quelli di mercato ;

c) agevolazioni diverse da sovvenzioni pubbliche, quali cessione di aree o l’accesso a finanziamenti agevolati .

La Regione Lombardia intende procedere ad una ricognizione di proposte per la realizzazione di interventi destinati a servizi abitativi a canone convenzionato al fine di conoscere le proposte cantierabili entro il 31 dicembre 2008 ed entro il 31 dicembre 2009 e per le quali si rende necessaria la richiesta di accesso al Fondo regionale di cui all’art. 3 della Legge regionale 14/2007.

Possono presentare proposte:

Aler lombarde, Operatori dell’Housing Sociale, soggetti dotati di patrimonio disponibile allo scopo.

Le proposte dovranno essere redatte in forma di studio di fattibilità e dettagliate:

a) disponibilità di aree di proprietà comunale assegnate mediante procedura di evidenza pubblica ad operatori per la realizzazione di servizi abitativi a canone convenzionato;

b) disponibilità di altre aree per la realizzazione di servizi abitativi a canone convenzionato anche in previsione o in attesa di trasformazione urbanistica;

c) valori di mercato delle aree disponibili;

d) individuazione del target di mercato locale a cui si intende dare risposta articolata in categorie di utenza;

e) modalità e tempi di realizzazione degli interventi con l’individuazione degli interventi cantierabili entro il 31 dicembre 2008 ed entro il 31 dicembre 2009;

f) piano finanziario di massima e stima dell’agevolazione richiedibile mediante accesso al Fondo regionale:

Termini di consegna

Le proposte, sottoscritte dal legale rappresentante del soggetto attuatore e corredate di tutta la documentazione richiesta, dovranno essere consegnate, esclusivamente a mano, presso gli sportelli del protocollo di Regione Lombardia.

Quando

1° fase raccolta proposte: entro le ore 16,00 di giovedì 3 aprile 2008

2° fase raccolta proposte: entro le ore 16,00 di lunedì 30 giugno 2008

Maggiori informazioni e modulistica

fonte: www.regione.lombardia.it

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico