Questo articolo è stato letto 1 volte

Marche: sorge Ecocittà, quartiere completamente ecosostenibile

marche-sorge-ecocitt-quartiere-completamente-ecosostenibile.jpg

Si chiama Ecocittà ed è un quartiere nuovo di zecca sorto grazie alla riqualificazione di un’ex area industriale in degrado posta sulla Riviera Adriatica: è stata portata a termine proprio in questi giorni la prima parte dei lavori sul blocco urbano presso il Comune di Porto Potenza Picena (provincia di Macerata).

Sono pronti pertanto ben 15mila metri quadrati corredati di appartamenti ad elevato risparmio energetico, illuminazione a basso consumo ed un parco irrigato mediante un sistema di raccolta dell’acqua piovana. I condomini residenti nell’innovativo quartiere saranno proprietari dell’energia idro-termica e fotovoltaica prodotta, senza l’interposizione di intermediari.

Efficienza energetica e sostenibilità ambientale
Il progetto rappresenta certamente un’applicazione virtuosa con riferimento ai concetti di efficienza energetica e sostenibilità (realizzazioni in classe A e A+, edilizia sostenibile secondo il protocollo Itaca Marche): quello che affiora è il luminoso esempio di un intero quartiere edificato in ossequio a questi fondamentali principi.

Si tratta di un mix intelligente di sistemi tradizionali e tecnologie più evolute: il sistema consente di abbattere le spese di gestione in modo significativo. Ad esempio, i costi per il riscaldamento delle abitazioni saranno ridotti di circa il 20% rispetto ad una nuova costruzione realizzata secondo i parametri più restrittivi delle normative vigenti.

Per approfondire l’importante tematica leggi l’articolo Ricostruire l’esistente, la formula magica per rilanciare l’edilizia.

Un traguardo importante
“Questa prima realizzazione è un traguardo importante – afferma Paolo Giorgini, amministratore delegato di Ecocittà Management – dopo il lungo lavoro di ripristino ambientale, il quartiere si apre alla città, con l’ingresso delle prime famiglie e l’avvio delle prime attività commerciali. In questa realizzazione c’è già tutta la filosofia del progetto: risparmio energetico, edilizia sostenibile, ampi spazi aperti, tanto verde e comfort”.

Attraverso il progetto Ecocittà, insomma, costruire significa non consumare nuovo suolo, ma riqualificare e valorizzare il territorio: “Il cuore di una località turistica in crescita come Porto Potenza Picena – prosegue Giorgini – prima svilito da un complesso industriale in abbandono, diventa una terrazza sull’Adriatico”.

Sostenibilità ambientale e qualità della vita: le parole-chiave che devono sostenere l’urbanistica e l’architettura del presente.

Fonte: Ansa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>