Questo articolo è stato letto 1 volte

Mobilità sostenibile: Foggia guarda al futuro con il progetto MUSA

mobilit-sostenibile-foggia-guarda-al-futuro-con-il-progetto-musa.jpg

Il Comune di Foggia effettua un passo deciso verso il futuro grazie al progetto MUSA (Mobilità Urbana Sostenibile e Attrattori culturali): l’obiettivo generale del progetto risiede nella volontà di realizzare un intervento di forte moderazione del traffico, al limite di ciclopedonalizzazione integrale, negli assi stradali nevralgici del centro cittadino costituiti in prima battuta da via Arpi (emblema della “Foggia antica”) e corso Vittorio Emanuele II (simbolo della “Foggia moderna”), quale fulcro di una strategia più ampia di rivitalizzazione e rigenerazione dei quartieri del centro, in parte già in atto, al fine di costruire una città del futuro non inquinata, non congestionata, innovativa, a misura di relazioni sociali, culturali ed economiche di prossimità. Una sorta di embrionale “smart city” che guarda al domani con fiducia.

Il sindaco di Foggia Franco Landella ha tracciato le linee tematiche principali del progetto: “Il provvedimento intende partire da un cambiamento culturale che deve avvenire nei cittadini, alcuni dei quali poco avvezzi a camminare a piedi per il centro cittadino. Questo è il primo obiettivo che l’Amministrazione comunale intende attuare. Perché un centro cittadino sgombro da veicoli e polveri sottili – prosegue il primo cittadino foggiano – contribuisce ad una migliore qualità della vita in città, oltre ad una valorizzazione del patrimonio urbano, ben visibile nelle aree interdette al traffico, come il pronao della Villa comunale, la fontana del Sele di piazza Cavour e le statue che ricordano le opere del maestro Umberto Giordano, che rappresentano, da sempre, le cartoline della città.

“Per far ciò – ha concluso Landella – è necessario incentivare l’uso di mezzi pubblici locali con l’attivazione di parcheggi di scambio. Intendiamo incoraggiare anche l’uso delle bici, con la creazione di nuove piste ciclabili, anche grazie al clima favorevole che bacia le regioni del Mezzogiorno d’Italia. Questo è il modello di mobilità sostenibile su cui già molte città italiane hanno puntato e che intendiamo adottare anche a Foggia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>