Questo articolo è stato letto 0 volte

Piemonte: nuove strade per il VCO

piemonte-nuove-strade-per-il-vco.gif

Nella giornata di ieri, 23 luglio, è avvenuta la consegna dei lavori per la variante di Omegna, un intervento finanziato con quasi 55 milioni di euro dalla Regione che consentirà di risolvere alcuni gravi problemi di viabilità, liberando il centro cittadino dal traffico di attraversamento collegando la sr229, a sud di Casale Corte Cerro, con la ss33 a est di Gravellona Toce. L’opera, la cui conclusione è prevista entro l’estate del 2010, avrà una lunghezza complessiva di circa 2700 m, di cui circa 665 in rilevato, 758 in viadotto e 1285 in galleria, e sarà a due corsie con due banchine laterali per una larghezza totale di 10,5 m. Particolare attenzione nella progettazione è stata concentrata sugli aspetti ambientali e sull’inserimento paesaggistico con rimboschimenti e piantumazioni, cui si aggiungono una pista ciclabile lungo il rilevato stradale e la rinaturalizzazione degli imbocchi della galleria. “Un intervento fondamentale – lo ha definito Borioli – che questo territorio attende da molto tempo e che va a risolvere alcuni gravi problemi di viabilità, incidendo in modo positivo sui livelli di sicurezza e sulla qualità della vita dei cittadini”.

L’assessore, insieme al presidente della Provincia, Paolo Ravaioli, si è poi spostato a Verbania per la firma del protocollo d’intesa con Provincia, Comune e Anas per la progettazione definitiva e l’appalto integrato del primo lotto della variante del capoluogo. L’accordo prevede che la Regione finanzi con oltre un milione di euro, in parte attraverso una precedente convenzione e in parte attraverso le intese istituzionali, la redazione del progetto definitivo, che sarà elaborato dal Comune. Anas dovrà poi procedere, attraverso un appalto integrato, alla realizzazione dell’intervento reperendo le risorse dal suo piano finanziario. “Mi auguro – ha dichiarato Borioli – che si arrivi in tempi brevi alla realizzazione di questo intervento che andrà a incidere positivamente sulle condizioni di viabilità, traffico e inquinamento nella città”. I lavori del primo lotto relativo alla variante di Fondo Toce, che vale complessivamente quasi 50 milioni di euro, sono appaltabili da parte di Anas nel 2010 con una previsione di tre anni di cantieri. Durante l’incontro Anas ha poi fatto il punto degli altri interventi di sua competenza nel Verbano: sono in corso quelli in Val Vigezzo e Formazza, mentre i lavori di messa in sicurezza della ss33 sono a gara e il prossimo anno partirà l’appalto anche per la variante di Gravellona Toce.

La giornata si è conclusa in Valle Anzasca con la firma della convenzione con cui la Regione trasferisce alla Provincia quasi 17 milioni di euro necessari per il completamento della progettazione e la realizzazione di interventi di messa in sicurezza della ex sr549, danneggiata dall’alluvione che ha colpito il Piemonte lo scorso anno.

Fonte: www.regione.piemonte.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico