Questo articolo è stato letto 1.731 volte

Strade private: ecco quando possono essere classificate come ‘comunali’

strade-private-ecco-quando-possono-essere-classificate-come-comunali.jpg

Classificare una strada privata come comunale è illegittimo quando le aree interessate dal tracciato non sono di proprietà pubblica: lo stabilisce la sentenza n. 4953/2013 emanata dalla sesta sezione del Consiglio di Stato e depositata lo scorso 8 ottobre.

La sentenza afferma infatti che qualora non sussista il presupposto della proprietà pubblica o di una servitù di uso pubblico sulle aree interessate dal tracciato stradale, è illegittimo classificare come “strada comunale” una strada forestale di collegamento tra una cava e la rete delle strade pubbliche.

I giudici hanno affermato che “per l’attribuzione del carattere di demanialità comunale ad una via privata è necessario che con la destinazione della strada all’uso pubblico concorra l’intervenuto acquisto, da parte dell’ente locale, della proprietà del suolo relativo o di altro diritto reale immobiliare (per effetto di un contratto, in conseguenza di un procedimento d’esproprio, per effetto di usucapione o dicatio ad patriam)”.

L’iscrizione della via negli elenchi delle strade comunali, nelle parole della suprema corte amministrativa, “non può pregiudicare le situazioni giuridiche attinenti alla proprietà del terreno e connesse con il regime giuridico della medesima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

One thought on “Strade private: ecco quando possono essere classificate come ‘comunali’

  1. Strada privata con illuminazionestà pubblica, conduttura acqua realizzata dal comune, conduttura metano realizzata dal comune, rete fognaria realizzata dal comune, è considerata comunale anche se non esiste un atto di delibera ? Grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>