Questo articolo è stato letto 2 volte

Valle D’Aosta:  nuovo bando di edilizia pubblica

valle-daosta-nuovo-bando-di-edilizia-pubblica.gif

Edilizia residenziale pubblica: pubblicato il bando
E’ stato pubblicato lo scorso 24 agosto il bando di concorso per la formazione della graduatoria definitiva per l’assegnazione di alloggi di Edilizia residenziale pubblica e dell’aliquota di riserva da destinare ai profughi nell’ambito territoriale del Comune di Aosta.

Le domande, redatte sull’apposito modulo, devono essere presentate all’Ufficio Bando dell’Arer, azienda regionale per l’edilizia residenziale, in via Liconi n. 26/28 ad Aosta, aperto al pubblico il lunedì dalle ore 14.30 alle ore 17 e dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12, oppure spedite tramite raccomandata a/r indirizzata alla sede dell’Arer ad Aosta, in corso XXVI Febbraio n. 23.

Il termine per la presentazione delle istanze è fissato per venerdì 23 ottobre alle ore 12.

“Si tratta – ha commentato il vicesindaco di Aosta, Marino Guglielminotti Gaiet – di un provvedimento particolarmente atteso dalla collettività che potrà dare risposte a numerosi nuclei familiari sul territorio.

Ritengo che l’Amministrazione comunale abbia utilizzato al meglio i parametri discrezionali che la nuova normativa regionale attribuisce ai Comuni in merito alla scelta dei requisiti e all’attribuzione dei punteggi, calibrandoli sulle esigenze emergenti dalla società e tenendo in massimo conto le necessità dei cittadini valdostani, di coloro che hanno problemi finanziari e delle famiglie di nuova formazione che sono quelle che notoriamente incontrano le maggiori difficoltà”.

È possibile ritirare i bandi integrali ed il modulo di domanda presso l’Ufficio Bando dell’Arer, che è disponibile per fornire ulteriori informazioni ed è contattabile anche telefonicamente ai numeri 335/8328586 oppure 0165/236.674.

Tutta la documentazione, ad eccezione del modello di domanda, è reperibile sul sito internet del Comune di Aosta all’indirizzo www.comune.aosta.it nell’apposita sezione.
*****

Certificazione energetica degli edifici
L’Assessorato delle attività produttive informa che, in attesa di ulteriori e specifiche e disposizioni regionali, tutti i tecnici abilitati possono rilasciare attestati di certificazione energetica. Il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 specifica che per tecnici abilitati si intendono i professionisti iscritti a un ordine o collegio professionale, abilitati alla progettazione di edifici e di impianti, asserviti agli edifici stessi.

Non è più possibile, quindi, dal 25 luglio scorso, dotarsi di un attestato di qualificazione energetica rilasciato dal Direttore lavori.

Al momento la certificazione è necessaria in tutti i casi di trasferimento a titolo oneroso di singole unità immobiliari, cioè di compravendita. Dovrà essere disposta per tutti gli edifici di nuova costruzione o oggetto di ristrutturazione e anche per quelli già esistenti si dovrà via via procedere all’attestazione.

«La Regione Valle d’Aosta – sottolinea l’Assessore Pastoret – ha già previsto, nelle sue disposizioni legislative, la creazione di un proprio sistema di certificazione ed intende metterlo in essere in tempi rapidi. Pur non essendoci degli obblighi in proposito, né tanto meno degli obblighi legislativi, ritengo che ciò sia assai utile per consentire di poter disporre al meglio delle risorse professionali locali e delle loro competenze, riguardo alla particolarità degli interventi sul patrimonio edilizio locale che presenta valori significativi dal punto di vista storico e paesaggistico».

Fonti: www.regione.vda.it e Aostasera 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>