Entro il 30 giugno la scelta del tracciato Tav Torino-Lione

Dopo una riunione del tavolo politico per la Tav, durata tre ore, a Palazzo Chigi, è stato trovato un accordo, tra le varie componenti del Governo e i rappresentanti di Regione Piemonte ed enti locali, che ha permesso di sottoscrivere un passo avanti non formale: entro il 30 giugno l’Osservatorio per la Tav guidato da Mario Virano dovrà portare una o più ipotesi di tracciato del lato italiano della linea Torino-Lione. Con "scenari" si intende un lavoro che comprenda anche uno o più tracciati alternativi della nuova linea ferroviaria.

Il 30 giugno è la scadenza entro la quale vanno consegnati i tracciati, quella imposta dagli impegni assunti con la commissione Ue. Di Pietro e Chiamparino chiedono quindi velocizzare i tempi; mentre due sindaci della Bassa Val di Susa ribadiscono le difficoltà e le resistenze all’accelerazione.

Parallelamente e complementarmente procederà nei prossimi mesi il piano territoriale, redatto dalla Provincia di Torino, per definire alcune ipotesi di valorizzazione del territorio della Valle con l`inserimento del progetto della linea ferroviaria.

Il giugno sarà il governo in carica a proseguire le trattative e i lavori.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.