Interscambio dei dati catastali

Il decreto
Il Decreto legislativo del 13 novembre 2007 dell’Agenzia del Territorio (bozza non ancora in vigore) regola dal punto di vista tecnico-economico l’utilizzo della base dei dati catastali per via telematica da parte dei sistemi informatici di altre amministrazioni (ai sensi del comma 7 bis dell’articolo 59 del Dlgs 7 marzo 2005, n. 82). Il procedimento era già stato attivato in modalità provvisoria con la Circolare n. 7 del 30 dicembre 2006 (Modalità di fornitura telematica dei dati catastali a comuni, province e regioni); viene ora perfezionato: dovrà portare alla piena attuazione dell’interscambio dati posto alla base della cooperazione tra Agenzia del Territorio e pubbliche amministrazioni, nel quadro del nuovo sistema informativo nazionale catastale.
La base dei dati catastale è l’insieme delle informazioni amministrativo-censuarie, grafiche e cartografiche, relative alla totalità dei beni immobili geograficamente localizzati in ambito territoriale comunale. Il Dlgs del 7 marzo 2005 (Codice dell’amministrazione digitale) prevede che tale base dati debba essere messa gratutitamente a disposizione delle pubbliche amministrazioni indicate all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo n. 165/2001, quando necessaria per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali (nel rispetto delle normative in materia di protezione dei dati personali e riutilizzo dei dati e delle informazioni catastali).

L’interscambio
Per accedere ai servizi di interscambio delle informazioni catastali bisogna sottoscrivere una convenzione (per la sua compilazione si veda lo schema dell’allegato A al decreto del 13 novembre 2007) di durata quinquennale, da disdire, nel caso in cui lo si voglia fare, con almeno 90 giorni di preavviso, o tacitamente rinnovata. Nell’allegato B sono definite in oggetto le tipologie dei servizi e i relativi livelli di servizio, pubblicate sul sito dell’Agenzia del Territorio e aggiornate con cadenza periodica; le amministrazioni che aderiscono al sistema di interscambio rendono disponibile l’aggiornamento delle informazioni di propria titolarità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.