Veneto, al via le domande per contributi sisma 2012

Ha ottenuto il visto della Corte dei Conti l’ordinanza con la quale il Presidente della Regione Luca Zaia, in qualità di Commissario delegato, ha stabilito i criteri di ammissibilità e le modalità di assegnazione e concessione di contributi Entro il 30 aprile  dalle competenti autorità per gli oneri sostenuti conseguenti a traslochi e depositi, in relazione agli eventi sismici del mese di maggio 2012 che hanno coinvolto nel Veneto comuni della provincia di Rovigo. La misura massima del contributo è determinata in mille euro per ciascun nucleo familiare.

Il provvedimento commissariale individua come beneficiari del contributo i soggetti la cui abitazione principale, in conseguenza del sisma, sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità. Il contributo verrà concesso per gli oneri effettivamente sostenuti per traslochi e depositi. Per abitazione principale s’intende l’unità immobiliare ove il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Vengono riconosciute come parte dell’abitazione principale anche le pertinenze della stessa.

La domanda di contributo va trasmessa entro il 30 aprile prossimo a mezzo raccomandata indirizzandola al Commissario delegato “Sisma maggio 2012” presso la sede della Giunta regionale a Palazzo Balbi a Venezia.

Alla domanda si devono allegare copia del provvedimento di sgombero (totale, parziale, temporaneo) e l’originale delle spese sostenute per i traslochi e depositi. Inoltre, andranno indicati gli estremi del provvedimento di sgombero; il numero dei componenti il nucleo familiare; il costo complessivo sostenuto per traslochi e depositi; il codice fiscale del richiedente; il codice IBAN per l’accredito del contributo; l’eventuale presenza di coperture assicurative.

Fonte: Regioni.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.