Questo articolo è stato letto 0 volte

Ambiente: “Tutta l’economia deve essere verde e sostenibile”

ambiente-tutta-leconomia-deve-essere-verde-e-sostenibile.jpg

Riqualificazione energetica degli edifici, con un occhio di riguardo agli edifici scolastici: una frase ripetuta come un “mantra” dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e diffusa con ampia eco nella giornata di ieri.

Il ministro ieri si è spostato tra il “Meeting di Primavera” ed il convegno “Le nuove evidenze scientifiche sui cambiamenti climatici” in quel di Roma, rilasciando diverse dichiarazioni influenti in tema di ambiente: “Usciamo dalla trappola del pensiero che una parte dell’economia sia green. Tutta l’economia deve essere green e sostenibile” ha affermato in prima battuta, evidenziando poi la indifferibile priorità da collocare sugli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Non sono mancate poi parole sulla piaga del dissesto idrogeologico: “Abbiamo un Paese che è a rischio altissimo di dissesti di ogni tipo – ha spiegato Galletti, lanciandosi anche in una metafora -, dobbiamo dare la Cardioaspirina al Paese intervenendo in maniera forte sulla prevenzione, mettendoci le risorse necessarie per prevenire i rischi”. In questa direzione il ministro non lascia spazio a dubbi: risulta necessario a suo parere utilizzare immediatamente le risorse che già sono disponibili. “Spero ci venga incontro la riforma del titolo V della Costituzione per la riorganizzazione del sistema” ha proseguito il titolare del dicastero preposto a tutelare ambiente, territorio e mare.

Leggi altre notizie in materia di ambiente.

Una nota finale è giunta anche nei confronti degli imprenditori italiani: “Occorre studiare nuovi strumenti per agevolare gli imprenditori”, ha continuato Galletti, proponendo una icastica uscita dalla “trappola” della green economy intesa come eccezione. “L’economia deve essere tutta verde con l’ambiente a capo delle aziende”: ottimi propositi, tutti da sviluppare sul campo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>