Questo articolo è stato letto 4 volte

Detrazione 50%, la Provincia di Bolzano anticipa il bonus in un’unica soluzione

detrazione-50-la-provincia-di-bolzano-anticipa-il-bonus-in-ununica-soluzione.jpg

La Provincia autonoma di Bolzano anticipa la quota del bonus per il risanamento degli edifici nei centri abitati. Pertanto all’interno della Provincia i finanziamenti giungeranno subito ed in un’unica soluzione: lo prevede, insieme ad altri provvedimenti a favore dell’edilizia abitativa, la legge provinciale 14/2013.

Consulta la pagina speciale Detrazioni 50% per le ristrutturazioni su Ediltecnico.it.

La legge stabilisce che per il risanamento degli edifici nei centri abitati la Provincia anticiperà direttamente in un’unica tranche il bonus fiscale fino a 48mila euro che lo Stato prevede dilazionato in 10 anni. La Provincia autonoma ha previsto di finanziare questa iniziativa con 12 milioni di euro, e proprio in queste settimane gli uffici sono impegnati a definire le convenzioni con le banche. In Alto Adige le domande di contributo per il risanamento della prima casa e dell’alloggio convenzionato sono in questi anni in costante crescita: dalle 390 del 2009, sono state ben 496 nel 2012. Risulta evidente come l’anticipo potrà avere un impatto certamente positivo sulla filiera delle costruzioni.

Riveste interesse anche un’altra innovazione lanciata dalla provincia bolzanina: si chiama “Bausparen”, cioè Risparmio Edilizio, ed è un provvedimento che consente soprattutto alle giovani famiglie la possibilità di accedere ad un sistema innovativo di aiuti e contributi per avere un alloggio di proprietà: in pratica si chiede che il nucleo familiare abbia risparmiato su un conto bancario per l’acquisto della casa per almeno 8 anni. La Provincia presta in questo caso una cifra doppia rispetto a quella risparmiata ad un tasso particolarmente agevolato: ad esempio, se si sono risparmiati 50mila euro, la Provincia ne eroga 100mila. L’obiettivo del provvedimento consiste da un lato nell’incentivare il risparmio, specie tra le famiglie più giovani; e dall’altro aiutare concretamente l’acquisto della prima casa.

Fonte: Sole 24 Ore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>