Questo articolo è stato letto 1 volte

Edilizia Urbanistica

Energia, il Friuli Venezia Giulia verso la sostenibilità grazie al PAES

energia-il-friuli-venezia-giulia-verso-la-sostenibilit-grazie-al-paes.jpg

Il Comune di Trieste, in sinergia con la Regione Friuli Venezia Giulia, continua a costruire, mattone dopo mattone, il suo percorso verso l’efficienza e la sostenibilità energetica. Dopo l’approvazione, lo scorso gennaio, del PAES (Piano di azione per l’energia sostenibile), ora è tempo di innalzare i pilastri del progetto: il primo è quello relativo all’efficientamento energetico.

Se ne è discusso ieri all’Auditorium del museo Revoltella di Trieste, alla presenza di numerosi amministratori locali e provinciali ed insieme all’Assessore regionale all’ambiente ed energia Sara Vito. L’impegno sotteso al PAES si sostanzia nel ridurre del 20% entro il 2020 le emissioni di anidride carbonica rispetto ai valori del 2000: si tratta con tutta evidenza di una grande sfida che Trieste ha inteso accettare proponendosi come modello per l’uso efficiente dell’energia, lo sviluppo sostenibile e la qualità dell’ambiente.

Il Piano si configura come documento che traduce in azioni concrete il Patto dei Sindaci per l’energia sostenibile: le azioni sono rivolte ad implementare in via prioritaria il risparmio energetico, ad aumentare la produzione di energia da fonti energetiche rinnovabili e a portare avanti azioni di sensibilizzazione e informazione sui temi energetici e ambientali. Il PAES è il frutto di un’ampia collaborazione fra istituzioni e altri enti (tra cui l’Azienda sanitaria, l’Azienda ospedaliera, l’Università, la Trieste Trasporti, l’Area di ricerca): in particolare la Regione ha contribuito alla stesura del Piano condividendo professionalità e dati a sua disposizione.

Leggi altre notizie inerenti al tema dell’efficienza energetica.

La rete collaborativa che si sta venendo a formare attorno all’importante Piano non fa altro che confermare l’importanza di mettere insieme le capacità e di sviluppare le sinergie. Intanto la Regione Friuli Venezia Giulia ha già dato il via alla stesura del Piano energetico regionale, con l’obiettivo di presentarlo entro il giugno del prossimo anno: e non mancano, lateralmente a questa iniziativa, altri programmi finanziati dall’Unione europea per la riduzione dei consumi e l’efficientamento energetico in modo omogeneo su tutto il territorio regionale. Un percorso virtuoso verso l’efficienza energetica che si compone di molteplici strumenti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>