Questo articolo è stato letto 0 volte

La Riforma urbanistica pronta a scoccare il volo: presto in Cdm?

la-riforma-urbanistica-pronta-a-scoccare-il-volo-presto-in-cdm.jpg

La Riforma urbanistica è quasi pronta per ricevere il primo ok istituzionale: è infatti scaduto due giorni fa il termine per partecipare alla consultazione pubblica lanciata in questi mesi per ricevere stimoli e feedback in relazione al disegno di legge quadro elaborato la scorsa primavera in materia di governo del territorio.

Una cambiamento che si preannuncia epocale in una materia, quella dell’urbanistica, che a livello generale e nazionale non viene modificata dal 1942.

Una prima articolazione di ipotesi del disegno di legge relativo al governo del territorio nel nostro paese era stata presentata nella scorsa primavera. Tra i punti inseriti nel prospetto generale di riforma si situavano, tra le altre, le modifiche degli standard previsti dal D.m. 1444/1968. la definizione di una politica complessiva urbanistica, legislativa e fiscale per il rinnovo urbano, oltre ad una rinnovata accelerazione verso la realizzazione di alloggi di edilizia sociale (mediante la previsione di agevolazioni fiscali).

La bozza predisposta dal gruppo di lavoro coordinato dal Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi fissa i principi fondamentali in materia di governo del territorio, ponendo rilevanti garanzie per il razionale uso del suolo ed orientandosi nella direzione del soddisfacimento del fabbisogno abitativo.

Per leggere altre notizie in materia generale di urbanistica consulta la pagina tematica.

Sotto la luce dei riflettori si posiziona anche la tematica della riqualificazione edilizia. In questa fase dell’iter di riforma andranno ora ad innestarsi alcuni degli stimoli pervenuti attraverso la consultazione pubblica chiusasi questa settimana.

L’obiettivo concreto posto dal Ministro Lupi è quello di condurre la proposta di riforma presso il Consiglio dei Ministri entro la fine di settembre: da qui il disegno di legge potrà effettuare il vero decollo verso il suo destino applicativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>