Questo articolo è stato letto 0 volte

Lazio: 50 milioni per i centri culturali nelle periferie romane

lazio-50-milioni-peri-centri-culturali-nelle-periferie-romane.gif

Il progetto “I centri arrivano in periferia”, realizzato dal Campidoglio in collaborazione con la Regione, mira a riqualificare l’hinterland della capitale attraverso la creazione di una rete di “strutture di relazione” che interesseranno tutto il territorio romano: dall’ Infernetto alla Tomba di Nerone, dal Villaggio Prenestino all’ area di Massimina.

Ai progetti, che saranno portati a termine entro il 2009, partecipa l’assessorato al Bilancio della Regione Lazio con un finanziamento di 50 milioni di euro. Alcuni interventi sono già in cantiere, come il centro culturale dell’ Aventino, e quello di Casal de’ Pazzi. L’intento del Campidoglio è quello di creare, anche in periferia, un luogo fisico di confronto e comunicazione. Tra i progetti avviati, la Piccola biblioteca del cinema al Pigneto, un centro polifunzionale a S.Basilio e un incubatore d’impresa nel quartiere Quartaccio. I lavori in tutte le strutture saranno realizzati secondo i principi della bioarchitettura e del risparmio energetico.

Per l’assessore regionale al Bilancio, Luigi Nieri, quella dei centri culturali sarà “un’attività che rimette in circolazione le idee e integra le culture”. “A Roma – ha concluso l’assessore comunale alle Politiche per le Periferie Dante Pomponi – c’e’ bisogno di luoghi in cui far incontrare generazioni e culture diverse”.

fonte: www.regione.lazio.it

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico