Questo articolo è stato letto 0 volte

Lazio: energia ed ambiente

lazio-energia-ed-ambiente.gif

Energie rinnovabili: partono gli sportelli provinciali
Informazioni ai cittadini sulle energie rinnovabili. Lo prevede un accordo siglato oggi tra la Regione Lazio e le Province. 

“Un tassello importante – ha affermato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio – alla diffusione delle rinnovabili nella nostra Regione.

Con lo stanziamento di 250.000 euro istituiamo, in collaborazione con le cinque Province altrettanti “Sportelli Provinciali energie rinnovabili e risparmio energetico” che forniranno informazioni ai cittadini, alle pubbliche amministrazioni, alle imprese private, alle associazioni di categoria e ai liberi professionisti sulla normativa di settore, sulle competenze e sui servizi offerti dalla Pubblica amministrazione in materia di risparmio energetico, sugli iter amministrativi per l’autorizzazione di impianti energetici, sulle modalità di accesso a fondi, contributi e finanziamenti comunitari, statali, regionali e provinciali disponibili, sulle tipologie di fonti energetiche rinnovabili e sulle buone pratiche di risparmio energetico”.

“La creazione degli sportelli  – ha aggiunto Zaratti – rappresenta l’inizio di una collaborazione tra gli Enti Locali che è a mio giudizio indispensabile per uno sviluppo diffuso delle rinnovabili sul territorio. Attraverso una serie di tavoli tecnici monitoreremo il lavoro degli Sportelli provinciali, verificando se sia necessario un maggiore supporto da parte della Regione e la possibilità di replicare questa esperienza anche in altri ambiti”.

“Si tratta di un’iniziativa – ha affermato Michele Civita. Assessore alle Politiche del Territorio e Tutela Ambientale della Provincia di Roma – che permetterà alle Province di accogliere in maniera efficace le istanze che arrivano dai cittadini. […] L’attività coordinata tra Regione e Province – ha concluso – permetterà di semplificare e di accelerare gli iter delle rinnovabili, informando nel frattempo i cittadini circa le nuove opportunità offerte della fonti d’energia ecosostenibili”.
*****

Rifiuti, dalla Regione 22 milioni per bonifica 42 aree inquinate
Parte dalla Regione Lazio un piano di bonifica e recupero di 42 siti inquinati. Un programma da 22 milioni di euro in tre anni, che la giunta metterà a disposizione per intervenire nelle zone inquinate presenti nel Lazio, anche d’interesse nazionale, individuati dal ministero competente.

Il piano prevede, inoltre, 6 milioni per la bonifica delle zone della Valle del Sacco. Si tratta del recupero principalmente di siti industriali dismessi e dei terreni contaminati da vecchie discariche e gli interventi prevedono il trattamento e la rimozione dei materiali inquinanti e il riutilizzo del suolo sottoposto a bonifica.[…]

Fonte: www.regione.lazio.it

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico