Questo articolo è stato letto 0 volte

Le "100 buone notizie" della Finanziaria 2008

le-100-buone-notizie-della-finanziaria-2008.gif

La manovra Finanziaria 2008 ammonta a circa 11 miliardi di euro ed ha un doppio obiettivo: non togliere risorse, ridurre la pressione fiscale. Tra le "cento buone notizie" che la Finanziaria dovrebbe contenere, e che il Governo ha preparato su un documento pubblicato online, segnaliamo quelle riguardanti il settore dell’edilizia, delle politiche abitative e dell’ambiente.

Sconto ICI sulla prima casa: detrazione fino a 303 euro l’anno – Per la casa di abitazione, i proprietari degli immobili con un reddito individuale non superiore ai 50 mila euro annui potranno sommare all’attuale detrazione ICI di 103,29 euro un’ulteriore detrazione di imposta pari al 30% dell’aliquota base dell’ICI: lo sconto complessivo avrà un tetto di 303,29 euro l’anno per contribuente.

Detrazione IRPEF per gli inquilini con reddito fino a 30.000 euro – Una detrazione annuale di 300 euro per chi ha redditi fino a 15.500 euro e di 150 per coloro che hanno un reddito pari a circa 31.000 euro viene introdotta per aiutare gli inquilini, ovviamente in possesso di contratti di locazione registrati. Le stesse somme verranno corrisposte agli affittuari incapienti o con redditi così bassi da non essere tenuti a pagare l’IRPEF.

Incentivo di circa 1.000 euro per i giovani che vanno a vivere in affitto – Viene introdotta una detrazione di circa 1.000 euro per i giovani tra i 20 e i 30 anni che vanno a vivere in affitto e hanno un reddito inferiore a 15 mila euro, detrazione che diventa di 500 euro se il reddito è tra i 15 e i 30 mila euro. Confermate le detrazioni del 19% sugli affitti previste dalla Finanziaria 2007 per i giovani universitari che studiano fuori sede.

Tre miliardi per il rilancio dell’edilizia sanitaria – Sono previsti 3 miliardi in più per l’ammodernamento delle strutture sanitarie, la costruzione di nuovi ospedali e servizi territoriali, il rinnovo delle tecnologie mediche, la messa in sicurezza delle strutture e la realizzazione di residenze per gli anziani: uno dei più grandi investimenti nel settore che porta così a quota 23 miliardi il totale delle risorse messe a disposizione delle Regioni nel 2008 per il rinnovamento della rete sanitaria.

Sgravi del 55% sugli interventi di ristrutturazione energetica degli edifici – Per tutelare l’ambiente, per consentire ai cittadini di conseguire risparmi tangibili in bolletta e allo stesso tempo di pagare meno tasse, sono previsti sgravi del 55% fino a un massimo di 60 mila euro sulle spese sostenute per cambiare gli infissi e isolare le pareti (allo scopo di ridurre le dispersioni termiche) e per installare pannelli solari (allo scopo di riscaldare l’acqua).

Riduzione della spesa relativa al patrimonio immobiliare dello Stato – La Finanziaria affida al Ministero dell’Economia l’elaborazione di un Piano triennale 2008-2010 per la razionalizzazione dei costi riconducibili agli immobili a uso governativo. L’obiettivo è quello di giungere a un risparmio di spesa del 10% del valore dei canoni per locazioni passive e del costo d’uso equivalente degli immobili utilizzati per l’anno 2008, e a ulteriori riduzioni non inferiori al 7% e al 6% per gli anni successivi. Un’analoga stretta arriva anche per le spese di manutenzione degli immobili.

Tagli alla politica per la sicurezza delle scuole – Con il taglio del 10% dei rimborsi ai partiti politici si finanzierà la ristrutturazione degli edifici scolastici. Questi fondi saranno utilizzati dai Ministeri delle Infrastrutture e della Pubblica Istruzione per finanziare la messa in sicurezza degli edifici sull’intero territorio nazionale.

Stanziamento di 600 milioni per l’applicazione del Protocollo di Kyoto – La Finanziaria 2008 rinnova l’impegno del Governo sul versante ambientale: a questo fine è confermato lo stanziamento di 600 milioni di euro a favore dell’applicazione del Protocollo di Kyoto.

Nascono 1.000 nuove aree verdi nelle città – La Finanziaria contrasta la produzione di Co2 in modo nuovo. Grazie alla creazione del Fondo per nuovi parchi urbani, cui andranno 150 milioni di euro nei prossimi tre anni, nasceranno 1.000 nuove aree verdi nelle città. Si tratta di veri e propri polmoni verdi in grado di assorbire 16 mila tonnellate di Co2, pareggiando di fatto le emissioni di 10 mila auto.

Stanziati 550 milioni per l’edilizia residenziale pubblica – Un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica, in attuazione della legge 9/2007, è finanziato nel decreto legge con 550 milioni. Il piano è finalizzato a garantire il passaggio da casa a casa per le categorie sociali più deboli e ad ampliare l’offerta di alloggi a canone sociale. Si prevedono, tra l’altro, il recupero e la ristrutturazione nelle grandi aree urbane di 20.000 alloggi appartenenti al patrimonio pubblico.

Con 150 milioni la creazione di 8.000 nuovi alloggi a canone sostenibile – Attraverso la costituzione di una società di scopo saranno promossi interventi di recupero, acquisizione e realizzazione di alloggi sociali a canone sostenibile. Uno stanziamento di 150 milioni euro per valorizzare il patrimonio del demanio e mettere a disposizione almeno 8.000 alloggi all’anno nei prossimi dieci anni.

Cento milioni per la riqualificazione delle città (biennio 2008-2009) – Partono le zone franche urbane, grandi aree metropolitane alle quali sono destinate azioni di riqualificazione del tessuto sociale ed economico. Le risorse stanziate (100 milioni per ilbiennio 2008-2009) sono estese anche al Centro-Nord su indicazione della Commissioneeuropea.

Arrivano 129 milioni per le infrastrutture portuali e marittime – In linea con la riforma della portualità avviata con la precedente manovra, la Finanziaria prevede un investimento di 129,2 i milioni per il settore portuale e marittimo. 100 milioni serviranno per finanziare interventi strutturali nei porti italiani legati all’intermodalità. La cantieristica sarà sostenuta con 20 milioni, mentre 5 milioni andranno alla sostenibilità ambientale delle flotte italiane. L’investimento totale, nei prossimi due trienni, sarà di 717,6 milioni.

Cinquanta milioni per la sicurezza sul lavoro – La Finanziaria 2008 stanzia 50 milioni di euro annui per l’attuazione della delega sulla legge in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. Il provvedimento conferma l’impegno prioritario del Governo per la tutela della vita, della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori.

Settanta milioni per costruire nuove carceri, cento per la sicurezza – La Finanziaria 2008 prevede, nell’ambito del Programma straordinario per l’edilizia penitenziaria, uno stanziamento complessivo di 70 milioni di euro nell’arco del triennio 2008/2010 per la realizzazione di nuove strutture carcerarie. Inoltre, la Finanziaria adegua i fondi destinati all’edilizia giudiziaria, penitenziaria e minorile con il ripristino dello stanziamento di 100 milioni di euro disposto dalla manovra dello scorso anno per il completamento, la ristrutturazione e l’adeguamento alle norme antincendio e di sicurezza delle strutture esistenti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico