Questo articolo è stato letto 58 volte

Edilizia Urbanistica

Rifiuti e poteri dei Comuni

Rapporto ANCI-CONAI su raccolta differenziata e riciclo

di PAOLO COSTANTINO

In materia di gestione di rifiuti è facile registrare un comportamento piuttosto diffuso quanto discutibile tra i Comuni nei casi in cui si trovano a dover fronteggiare fenomeni illeciti di abbandono/deposito di rifiuti da parte di ignoti. Ci si riferisce alla “pratica” delle Amministrazioni locali di rivolgere l’ordine di rimozione nei confronti dei proprietari delle aree sulle quali sono stati abusivamente sversati dei rifiuti, partendo dal solo (e qui fermandosi) presupposto che il proprietario dell’area è “responsabile” unicamente per questa sua qualità. La normativa sul punto è circoscritta e piuttosto chiara: l’art. 192, d.lgs. 152/2006 (cd. TU Ambiente), nel vietare in via generale l’abbandono, il deposito e lo sversamento di rifiuti sopra o sotto i suoli nonché nelle acque, ha un nucleo centrale (il comma 3) il quale descrive con chiarezza le modalità di azione che un Comune deve seguire prima…

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

>> CONSULTA LA PAGINA SPECIALE DEDICATA ALLA DISCIPLINA GIURIDICA DEI RIFIUTI: STRUMENTI OPERATIVI PER LA PA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>