Questo articolo è stato letto 26 volte

Ristrutturazioni, cosa si scrive sul bonifico per ottenere la detrazione del 50%

ristrutturazioni-cosa-si-scrive-sul-bonifico-per-ottenere-la-detrazione-del-50.jpg

Torniamo ad occuparci della detrazione 50% sulle ristrutturazioni edilizie.Dopo il vademecum su cosa e come fare per ottenere il bonus fiscale (leggi Ristrutturazione, guida su come ottenere la detrazione 50%), oggi ci concentriamo sul bonifico bancario obbligatorio per usufruire del bonus fiscale.

Per beneficiare della detrazione 50% sui lavori di ristrutturazione edilizia occorre effettuare tutti i pagamenti delle spese sostenute mediante bonifico bancario “tracciabile”.

In altri termini, le informazioni sufficienti e necessarie, che devono risultare nella causale del bonifico sono queste:
– Causale del versamento (p. es. sostituzione infissi interni, riparazione grondaie, rifacimento intonaci, ecc.)
– Codice Fiscale del beneficiario della detrazione
– numero di Partita IVA o Codice Fiscale del soggetto a favore del quale si effettua il bonifico

E se si sbaglia a scrivere la causale del bonifico, si perdono i requisiti per accedere allo sconto IRPEF? Si può rimediare?
Se mancano i tre elementi sopra ricordati si perde la possibilità di accedere al bonus 50%. In precedenza la normativa consentiva, in caso di errore, di effettuare una comunicazione di correzione alla banca o alle poste.
Adesso, invece, secondo quanto stabilito dalla risoluzione 55/E/2012 dell’Agenzia delle Entrate stabilisce che per non perdere la detrazione 50%, il contribuente può rifare il pagamento con un nuovo bonifico bancario o postale in cui vanno indicati in modo corretto i dati richiesti; quindi dovrà farsi restituire il primo pagamento dall’impresa o dall’artigiano.

Cosa si scrive sul bonifico quando ci sono più soggetti che sostengono la spesa e tutti intendono usufruire della detrazione 50%?
In questo caso, oltre alla causale e alla P.I. o C.F. di chi riceve il pagamento, il bonifico deve riportare il Codice Fiscale di tutte le persone interessate al beneficio fiscale per i lavori di ristrutturazione effettuati

E se i lavori sono effettuati sulle parti comuni di un condominio?
Nel caso in cui gli interventi di ristrutturazione siano realizzati sulle parti comuni condominiali, oltre al Codice Fiscale del condominio è necessario indicare anche quello dell’amministratore o di altro condomino che effettua il pagamento.

La causale del bonifico cambia in caso di detrazione 36% o 55%?
No. Le informazioni richieste nel bonifico per ottenere la detrazione 50% sono le medesime anche per la detrazione 36% e per la detrazione 55% per interventi di risparmio energetico.

Fonte: Ediltecnico.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>