Questo articolo è stato letto 70 volte

Stipula di una convenzione di lottizzazione e rilascio del permesso di costruire

Stipula di una convenzione di lottizzazione e rilascio del permesso di costruire

di MARIO PETRULLI

Può accadere che tra il momento in cui il privato stipula una convenzione di lottizzazione e quello in cui viene ad essere rilasciato il permesso di costruire vi sia un ampio arco temporale, con conseguente aggiornamento delle tabelle da utilizzare per la liquidazione degli oneri concessori. Il dubbio che può sorgere al responsabile dell’ufficio tecnico è il seguente: bisogna applicare le tabelle in essere al momento della stipula della convenzione o quelle aggiornate in essere al momento del rilascio del permesso di costruire?

Non si tratta di un aspetto banale ma di notevole rilevanza pratica, principalmente sotto l’aspetto economico e in relazione all’eventuale rilevanza della buona fede del cittadino.
La giurisprudenza si è occupata della questione in numerose occasioni, giungendo a delle conclusioni pacifiche che è opportuno ricordare.
In generale, è stato affermato che il momento rilevante ai fini della determinazione del contributo di costruzione – costituito dalla componente commisurata agli oneri di urbanizzazione e da quella relativa al costo di costruzione – è quello in cui è rilasciato il permesso di costruire: è direttamente l’art. 16 del Testo Unico Edilizia(1) a offrire granitica certezza in tal senso, prevedendo che detto contributo è determinato e liquidato all’atto del rilascio del titolo edilizio.

>> CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>