Questo articolo è stato letto 269 volte

Esenzione degli oneri concessori per la realizzazione di una RSA

Una società: dopo aver acquistato un complesso immobiliare, realizza una RSA (residenza sanitaria assistenziale) e chiede l’esonero degli oneri concessori, ex art. 17 del Testo Unico Edilizia, in quanto opera di urbanizzazione secondaria per la quale è stato ottenuto il convenzionamento con la Regione e perché la società ha previsto la possibilità di concedere alcuni posti ai cittadini residenti nel Comuni a prezzi vantaggiosi.

Il Comune: nega l’esenzione per carenza dei requisiti previsti dalla norma.

Ha fatto bene il Comune? 

Chi ha ragione? Scoprilo leggendo l’articolo integrale…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *