Questo articolo è stato letto 1 volte

Affittopoli, bloccate vendite case Ater a Roma

affittopoli-bloccate-vendite-case-ater-a-roma.jpg

Bloccare a Roma le vendite delle case dell’Ater fin quando non sara’ fatta chiarezza sulle vicende di ‘Affittopoli’ e ‘Svendopoli’.

L’assessore alla Casa della Regione Lazio Teodoro Buontempo vuole vederci chiaro sulle presunte svendite di immobili di proprieta’ degli enti locali e annuncia: non ci ”saranno sconti per chi ha violato la legge”.

Il monito arriva lo stesso giorno della notizia di eventuali dimissioni del commissario straordinario dell’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale di Roma Stefania Graziosi che, secondo fonti regionali, lascera’ domani l’ incarico per consentire l’insediamento dell’ex vicepresidente del consiglio regionale del Lazio Bruno Prestagiovanni a presidente dell’Ater. Graziosi, secondo quanto si e’ appreso, rimarrebbe sempre all’interno dell’azienda e probabilmente sara’ nominata dopodomani direttore generale.

Entro fine mese, intanto, si avra’ una ‘prima ricognizione’ sulla casistica delle case vendute ed affittate da Ater da parte della commissione straordinaria istituita da Buontempo nei giorni scorsi: ”I risultati di quest’indagine – ha spiegato l’assessore – intendo fornirli alla magistratura penale, civile e contabile.
Cercheremo di capire se le assegnazioni sono avvenute nel rispetto della legge e in particolare quando gli inquilini sono entrati negli appartamenti e a che titolo”.

La commissione, che non vedra’ politici al suo interno ma esclusivamente dirigenti regionali e di diverse Ater (”persone competenti che non prenderanno un solo euro” – ha tenuto a sottolineare Buontempo), prendera’ in esame anche i casi di dipendenti Ater che hanno acquistato case in questi anni.

Il rischio che un”Affittopoli’ possa estendersi a livello regionale spinge Buontempo ad annunciare di voler creare commissioni straordinarie ad hoc per ogni Ater del Lazio: ”La prossima settimana presentero’ una delibera per istituirle. Ritengo sia giusto che venga fatto come per Roma anche per le altre Ater. La conoscenza del venduto e degli affitti deve essere chiara. Bisogna farlo subito prima che si verifichino situazioni simili a quelle della capitale”.

Fonte: www.regione.lazio.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>