Questo articolo è stato letto 1 volte

ERP, nuovo regolamento in Trentino

erp-nuovo-regolamento-in-trentino.gif

Entrerà in vigore col 2012 il nuovo regolamento per l’Itea (Istituto trentinno per l’edilizia agevolata), che introduce un nuovo metodo di attribuzione dei punteggi per le graduatorie degli aventi diritto.

A comunicarne l’approvazione da parte della Giunta è stato l’assessore provinciale alle politiche sociali, Ugo Rossi. Accanto all’Icef fissato a 0,23, sono stati aggiunti specifici punteggi che tengono conto della situazione familiare, degli anni di residenza in provincia di Trento e degli anni di attività lavorativa.

“Il valore dell’edilizia sociale – ha specificato Rossi – viene raggiunto e garantito solo se tutti rispettano le regole.

Per questo coloro che non rispettano gli obblighi contrattuali o utilizzano l’appartamento in modo improprio perdono il diritto a rimanere negli alloggi di edilizia abitativa pubblica”.

Particolare attenzione è prestata ai nuclei in condizione di povertà, con un reddito annuo inferiore a 7.500 euro e Icef inferiore a 0,14, per i quali è previsto il pagamento del canone minimo di 25 euro al mese, già sancito a livello legislativo.

Vengono attribuiti, inoltre, specifici punteggi per i figli minori, per i nuclei familiari con un solo genitore, per i nuclei familiari con minori in cui la madre svolge attività lavorativa.

Rimane infine la salvaguardia dei soggetti deboli (età superiore a 65 anni e invalidi superiori al 75%) prevista dalla legge, così come una ‘riserva’ per le giovani coppie.

Fonte: Ansa

 

 

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>