Questo articolo è stato letto 0 volte

ERP, nuovo regolamento sul patrimonio ad Ancona

erp-nuovo-regolamento-sul-patrimonio-ad-ancona.gif

Dopo 10 anni il Comune di Ancona ha riscritto il Regolamento del patrimonio.

La giunta ha approvato questa mattina, su proposta dell’assessore Cristiano Lassandari, il nuovo testo, che norma le condizioni e i canoni riguardanti tutti gli immobili di proprietà dell’amministrazione ad eccezione di quelli dell’Erap, dei beni monumentali e culturali, e degli impianti sportivi.

La prima novità è quella che introduce la possibilità di scomputare il costo di lavori di manutenzione straordinaria dal canone d’affitto.

“In certi circostanziati casi – spiega l’assessore – per gli alloggi dati in locazione ad enti e associazioni che hanno bisogno di interventi di manutenzione straordinaria, il locatario potrà provvedere autonomamente all’esecuzione: il costo sarà detratto dal canone.

La formula canone contro lavori è molto vantaggiosa sia per il Comune – che talvolta non ha fondi sufficienti per una ristrutturazione – sia per gli affittuari che vogliono mettere mano ai lavori urgenti senza attese”.

La seconda novità riguarda la morosità. “Sarà più semplice – continua Lassandari – recuperare l’evasione e chiudere le pratiche di chi finora non è riuscito a pagare”. In pratica, si introduce la possibilità di estinguere il debito degli affitti non pagati anticipando il 25% della cifra complessiva e pagando il resto a rate, mentre prima gli affittuari morosi dovevano versare subito la metà del debito e per questo non riuscivano a sanare la loro posizione.

Fonte: Ansa

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

News dal Network Tecnico