Questo articolo è stato letto 13 volte

Il vademecum per il tecnico alle prese con la consulenza di parte

il-vademecum-per-il-tecnico-alle-prese-con-la-consulenza-di-parte.jpg

La consulenza tecnica di parte riveste certamente un ruolo rilevante nell’ambito dell’esperienza giudiziale odierna, in ambito civile ed in ambito penale. Anche e soprattutto (con riferimento alla materia che qui si analizza) quella prestata dai professionisti tecnici.

Al fine di inquadrare ed analizzare il tema della consulenza di parte effettuata dai professionisti tecnici Maggioli Editore propone un volume unico nel suo genere: Le consulenze di parte (CTP) dei professionisti tecnici, scritto dall’Arch. Romolo Balasso. Si tratta di uno strumento di lavoro utile non solo ai professionisti tecnici chiamati a svolgere una CTP, bensì anche ai giuristi ed ai committenti che ad essi si rivolgono e, non da ultimi, ai CTU ed ai Periti, considerato che il loro operato viene approfondito nell’ambito del contraddittorio tecnico in sede di CTU e Perizia. Sono queste figure professionali chiamate a svolgere un’attività di carattere “specialistico”, attesa la necessità di affrancare le conoscenze tecnico-scientifiche in ambito giudiziario con le conoscenze delle procedure processuali nelle quali detta attività si inserisce, anche dialetticamente con tutti i soggetti coinvolti ed interessati.

Autore del prezioso manuale è l’Arch. Romolo Balasso, libero professionista che ha orientato la propria attività professionale nell’ambito tecnico-giuridico. Consulente, formatore e relatore in diversi incontri su tutto il territorio nazionale, Balasso è stato promotore e fondatore del centro studi Tecnojus, dove ricopre la carica di presidente, e per il quale cura i contenuti e i servizi oltre al sito web.

Come afferma l’autore nella prefazione al manuale “Per questi motivi ho sentito l’esigenza di dedicare un’attenzione specifica a questa figura ed attività e, grazie all’editore, si è potuta concretizzare questa monografia sulle consulenze tecniche di parte (recte: consulenze tecniche “della parte”), non priva di difficoltà proprio per la mancanza sistematica di studi specifici in merito. Nell’offrire dunque una trattazione necessariamente sistematica ed esemplificativa sulle CTP, ritengo sia stato possibile, da un lato, condividere con il lettore conoscenze ed esperienze e, dall’altro, offrirgli spunti di riflessione e di ulteriore approfondimento. Pur nell’intento di dare rilevanza e valorizzazione alla funzione di CTP, soprattutto in ambito stragiudiziale, è opportuno evidenziare la crescente importanza che assume l’apporto tecnico sin dall’impostazione della causa, tanto da configurare un vero e proprio collegio difensivo se non una vera e propria simbiosi processuale tra le attività delle due figure professionali interessate, quella forense-giuridica e quella tecnica, tanto da poter affermare, addirittura, che la CTP sia sempre più una specializzazione professionale”.

Il volume si propone di far conoscere ed approfondire la figura ed il ruolo del consulente tecnico di parte (CTP) o, per meglio dire, come sottolineato dall’Arch Balasso,”della parte” e fornire così un quadro sistematico che sia uno strumento di lavoro, considerato che nasce dall’esperienza professionale in materia dell’Autore. All’interno vengono offerti approfondimenti concettuali ed operativi, riflessioni e proposizioni ritenuti utili affinché il CTP sottoponga al giurista un’illustrazione e una disamina delle fattispecie concrete che gli consenta di svolgere al meglio le proprie valutazioni sub specie iuris, ovverosia il raffronto di quelle concrete con le fattispecie astratte.

Dopo una prima parte dedicata all’inquadramento iniziale della materia, all’interno del volume vengono definite le attività del CTP in ambito civile, penale ed amministrativo, con una pratica appendice dedicata alle specifiche responsabilità presenti in capo a questa figura ed esempi pratici ci consulenze tecniche di parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>